La gestione conservativa della tendinopatia achillea

La gestione conservativa della tendinopatia achillea

Il tendine di Achille è il tendine più grande e forte del corpo umano. Durante attività come la corsa e il salto, è soggetto a carichi anche fino a 12 volte il peso corporeo. Ma, nonostante questa elevata capacità di carico, la tendinopatia achillea rappresenta uno dei disturbi muscoloscheletrici più frequenti nella popolazione generale e negli sportivi, in modo particolare nei runner che percorrono lunghe distanze.
La prevalenza aumenta con l’invecchiamento, probabilmente per uno stile di vita più sedentario e la presenza di comorbilità.

Continua a leggere

Effetti dell’allenamento con carichi elevati o moderati sul tendine rotuleo negli anziani

Effetti dell’allenamento con carichi elevati o moderati sul tendine rotuleo negli anziani

L’invecchiamento influisce negativamente sulla struttura e sulla funzionalità meccanica dei tessuti ricchi di collagene. La cute perde elasticità, i vasi sanguigni diventano più rigidi e i tendini possono diventare sintomatici. Il carico regolare sembra proteggere i tendini dagli effetti negativi dell’invecchiamento, aumentandone la capacità di resistere alle sollecitazioni.

Continua a leggere

Tendinopatie dell’arto inferiore e sensibilizzazione centrale

Tendinopatie dell’arto inferiore e sensibilizzazione centrale

Le tendinopatie dell’arto inferiore sono una causa frequente di dolore persistente, con un impatto importante nella qualità della vita. L’obiettivo di questo studio è stato comprendere se i soggetti con dolore tendineo persistente presentano una sensibilizzazione centrale, come componente dei sintomi e possibile fattore contribuente alla cronicità del disturbo, attraverso l’utilizzo del questionario Central Sensitisation Inventory (CSI).

Continua a leggere